FormLab

Formazione e addestramento per lavoratori operanti in ambienti sospetti di inquinamento o confinati

Avvio Confermato

€260 + iva
(317.20 iva inclusa)

Fossalta di Portogruaro (VE)

15-04-2020

16 ore

24 posti disponibili

Docente: Da definire

Responsabile: Dott. Elvis Marando

Data termine iscrizioni: 08-04-2020

Presentazione

Il D.P.R. 177/11 individua i criteri per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi operanti in ambienti sospetti di inquinamento o confinati, a norma dell'articolo 6, comma 8, lettera g), del Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81. Il D.P.R. 177/11 ha la finalità di arginare le numerose e drammatiche morti sul lavoro negli spazi confinati o ambienti con sospetto d'inquinamento, ponendo l’attenzione sull’idoneità tecnico professionale delle imprese che operano in tali luoghi di lavoro e sulla necessità di una preventiva valutazione dei rischi.

Soggetti interessati

Il corso è dedicato ai lavoratori, preposti e a tutti coloro che operano in qualsiasi tipologia di spazio confinato, trasporto, cantine vinicole, aziende di fornitura e gestione rifiuti, acqua, gas, elettricità, lavorazioni elettriche, telefonia, aziende di pulizia, aziende di manutenzione, aziende agricole, aziende chimiche e petrolifere, industrie in genere,

Sanzioni per il datore di lavoro

La mancata formazione, informazione ed addestramento, comporta le seguenti sanzioni: - Arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1.000 a 4.800 euro (violazione art. 26 comma 1 D.Lgs. 81/2008) - Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 euro (violazione art. 17 comma 1 lettera a) D.Lgs. 81/2008) - Ammenda da 2.000 a 4.000 euro(violazione art. 18 lettera comma 1 p) D.Lgs. 81/2008) - Ammenda da 2˙000 a 4˙000 euro(violazione art. 18 comma 1 lettera g) D.Lgs. 81/2008) - Arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1.500 a 6.000 euro(violazione art. 18 comma 1 lettera d) D.Lgs. 81/2008) - Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.200 a 5.200 euro(violazione artt. 36, 37)

Obiettivi specifici e risultati attesi

Il corso ha l’obiettivo di fornire le nozioni, le competenze e gli strumenti utili alla lavorazione in spazi ed ambienti confinati. Il corso si propone di formare i lavoratori in relazione ai rischi presenti e rispetto ai sistemi di emergenza da attuare nelle specifiche situazioni lavorative aziendali. RIFERIMENTI NORMATIVI: D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. art. 6 e art. 66, D.P.R. n. 177/2011 Obiettivo specifico è l'approfondimento della tematica della sicurezza nei Lavori in Spazi Confinati o sospetti di inquinamento, dal punto di vista normativo/legislativo, dando cenno in merito alla identificazione e valutazione dei rischi, ed illustrando le misure di carattere tecnico, quali procedure, dispositivi di protezione individuale.

Programma del corso

Il corso si svolge in due giornate:

  • mercoledì 15 aprile
  • giovedì 16 aprile

dalle 9.00 alle 13 e dalle 14.00 alle 18.00.

Il programma si articola secondo i seguenti moduli di insegnamento:

Modulo 1: Parte teorica

  • Titolo: Art. 66 D.Lgs. 81/08: “Lavori in ambienti sospetti di inquinamento”.
  • Le figure della sicurezza.
  • Obblighi del datore di lavoro e dei lavoratori.
  • Normativa di riferimento art.66 D.Lgs 81/08 e Allegato IV, il D.P.R. n. 177/2011.
  • Concetto di “lavoro in ambiente sospetto di inquinamento” (ambiente confinato).
  • Casistica infortuni
  • Ambiente confinato: rischi chimici, sostanze pericolose, lavorazioni a rischio.
  • Ambiente confinato: valutazione del rischio, valutazione del rischio da interferenza DUVRI, misure di prevenzione e protezione.
  • Qualificazione delle imprese
  • Ambiente confinato: misure tecniche, misure organizzative; classificazione di pericolosità e procedura operative di sicurezza.
  • Dispositivi di protezione individuale: maschere filtranti, auto-protettori, attrezzature marcate ATEX. 
  • Effetti sulla salute dei gas inerti e gas tossici principali; Sostanze combustibili e rischio esplosione; Classificazione degli agenti chimici. 
  • Ambiente confinato: valutazione del rischio, valutazione del rischio da interferenza DUVRI, misure di prevenzione e protezione. Ambiente confinato: misure tecniche, misure organizzative, classificazione di pericolosità e procedura operative di sicurezza.

Modulo 2: Parte pratica

  • Analisi e presa visione dei DPI. 
  • Dispositivi di protezione individuale: maschere filtranti, auto-protettori, attrezzature marcate ATEX. Elementi di fisiologia della respirazione umana; 
  • Effetti dovuti a carenza di ossigeno sull’organismo umano; 
  • D.P.I. per la protezione delle vie respiratorie: scelta ed impiego 
  • Caratteristiche tecniche degli autorespiratori (composizione, funzionamento, classificazione); 
  • Limiti di protezione/durata di impiego 
  • Presa visione ed indosso 
  • Verifica e controllo dell’autoprotettore prima dell’intervento 
  • Prova di tenuta maschera 
  • Prova del segnale di allarme 
  • Esercitazioni di cambio bombola 
  • La manutenzione dei componenti ( maschera , bombola , bastino con gruppo riduttore di pressione ) 
  • Prove di intervento ( In squadre di due operatori ) indossando l’autorespiratore
  • Ingresso in spazio confinato simulato.
  • Utilizzo pratico dei DPI III° Cat. in dotazione (casco, fotoprotettori, occhiali, semimaschera facciale, cintura di sicurezza, autorespiratore ad aria compressa, tuta, kit treppiede alluminio + anticaduta con recuperatore 20 m).
  • Esercitazioni pratiche Valutazione e trattamento del paziente traumatizzato (uso della Tavola spinale, Ked,collari.) Valutazione e trattamento del paziente traumatizzato: esercitazioni pratiche a i gruppi, con la presentazione di un caso simulato su manichino o “attore”, dove ciascun discente mette in pratica le tecniche e le procedure appropriate

Strategia formativa e metodologia didattica

Lezione frontale integrata da metodologie attive quali : discussioni,dimostrazioni, esercitazioni, uso di PC con videoproiettore, filmati, uso nella didattica di esempi pratici e/o test di gruppo. Durante il corso si potranno visionare e provare apparecchi per la rilevazione degli inquinanti da utilizzare in Spazi Confinati e sistemi di recupero dei lavoratori in caso di emergenza. Il corso prevede infatti una prova pratica di attività in uno spazio confinato specificatamente attrezzato, con simulazione del recupero dei lavoratori infortunati e di misurazione di inquinanti con specifico strumento.

Valutazione finale

Per accedere al test di valutazione finale e conseguire l’attestato di partecipazione al corso, è obbligatoria la frequenza del 90% del monte ore del corso.

Attestato

A tutti i partecipanti al corso verrà rilasciato un attestato di frequenza utilizzabile come titolo da includere nel curriculum formativo e professionale. Il rilascio dei crediti e delle varie Certificazioni è subordinato all’effettiva presenza del partecipante all’intero evento formativo verificata attraverso la registrazione manuale (firma entrata/uscita) o elettronica o in altra forma (ad es. badge), la compilazione del questionario sulla soddisfazione/gradimento dell’evento, nonché il superamento della valutazione dell’apprendimento e/o della prova pratica, ove prevista secondo la valutazione del Formatore/Istruttore. La raccolta dei questionari (“sulla soddisfazione/ gradimento” e quello relativo alla valutazione dell’apprendimento) avverrà alla fine dell’evento formativo. L’attestato di frequenza, ove siano soddisfatte le condizioni di cui sopra, verrà consegnato alla fine del corso o inviato via mail o inserito nell’area web dedicata all’Utente.

Strumenti e materiali didattici

Ad ogni partecipante verrà fornita dispensa elaborata dai docenti e/o materiale di approfondimento in formato elettronico.

Modalità e criteri di verifica dell'apprendimento

Sono previsti test teorici e/o pratici.

Modalità di verifica della qualità formativa

E' prevista la compilazione di un questionario sulla soddisfazione dell’evento valutante la qualità dell'insegnamento e degli spazi dedicati alla didattica.